No, così non lo sto viziando!Pagine su contatto e rivoluzione

Una rivoluzione non così piccola, secondo me, quella di privilegiare il tatto, la vicinanza pelle a pelle e corpo a corpo, le coccole prolungate, l’attenzione anche fisica rassicurante, la prossimità rispetto alla filosofia del distacco “così non si vizia”. Una rivoluzione perchè porta con sè uno sguardo puntato sui bisogni del piccolo mammifero, prima che sulla comodità dei ritmi adulti. Perchè prende atto del fatto che siamo anche corpo, non solo psiche o intelletto, e abbiamo bisogno degli altri anche fisicamente.

Io grande, tu piccino

Io grande, tu piccino. Io water, tu vasino.Io computer, tu vicino. Un albo irresistibile sulla quotidianità tenera e buffa di una coppia di mammiferi genitore-figlio.

2 anni di Immaginarie!

Sono 2 anni di Immaginarie:posso dire di avere un blog toddler?! Auguri a noi, amiche e amici lettori, immaginari e … Altro

“In the tube”: perdersi nella metro di Londra

La tube, la metropolitana più antica del mondo: un’intrigante rete di cunicoli attraversata da storie che scorrono, che percorrono le viscere della città. E nella quale può capitare di smarrirsi. Una delle più grandi paure che molti di noi, forse, ricordano della propria infanzia – perdersi, rimanere da soli.

“Sempre pronti”: un’interessante estate da archiviare

Non sempre le nostre esperienze reali, sia da piccoli sia da grandi, collimano con la narrazione mainstream dell’estate come una stagione magica, ricca di momenti speciali da immagazzinare e di cui avere nostalgia. Non è il caso di Vera, piccola protagonista di Sempre pronti, graphic novel in parte autobiografica della fumettista e illustratrice Vera Brosgol, edita da Bao Publishing.