Il libro da leggere prima del Black Friday

Ma anche prima dei saldi, o prima di uscire per compere natalizie, o di andare a fare la spesa.

L’uscita di Consumi: la guida per NON farsi incantare di Guillemette Faure e Adrienne Barman, edito in italiano da Il Barbagianni Editore, mi ha subito incuriosito.

Digressione: la me ventenne era una seguace assidua delle Guide al consumo critico pubblicata dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo. Temo che la me adulta non sia esattamente all’altezza delle aspettative radicali della me ventenne. Cerco di comprare usato e di controllare la provenienza dichiarata dei miei vestiti, quando possibile; ho fatto parte di un gruppo di acquisto solidale e adesso in casa proviamo a ridurre un po’ gli imballaggi e compriamo vari alimenti e detersivi sfusi. Sono gesti piccoli, so che potremmo fare molto di più.

Di questi temi – che si legano, in un quadro complesso, alle tematiche ambientali – è stra importante parlare con i giovanissimi, che probabilmente in media, rispetto agli adulti, hanno un senso di giustizia e un potenziale di cambiamento maggiori. Siamo tutti, che ci piaccia o no, consumatori di qualcosa, e spesso non riusciamo ad essere consapevoli al 100% delle tante, intricate dinamiche che ci spingono a consumare sempre di più.


Una godibilissima guida a fumetti ci accompagna a scoprire alcune di queste dinamiche, nell’ottica di promuovere un occhio critico dei lettori verso di esse, e in generale un approccio leggermente più sobrio ai consumi. Ovvero: come non farci convincere di avere bisogno di più cose rispetto a quelle realmente necessarie per noi? Come riconoscere quando qualcuno sta cercando di indurre in noi un bisogno o un desiderio specifico?

Il ritmo è serrato, i contenuti densi e molto informativi nonostante la sintesi richiesta dal linguaggio del fumetto, le vignette a tratti sono davvero esilaranti. In queste pagine si traccia, in modo sintetico, un arco che va dal boom economico del secondo dopoguerra agli acquisti online. Si parla di meccanismi della pubblicità (compresa quella degli influencer), di marketing ingannevole, di offerte speciali che non lo sono poi così tanto, dell’organizzazione strategica degli spazi nella grande distribuzione. Ma anche di loghi, di scritte piccole piccole, di green washing, di cookies e costi nascosti. E di marketing di genere, ovvero di giochi, abiti e accessori diversi per maschi e femmine: alleluja, grazie alle autrici per aver incluso questo punto importante!

Un’attenzione particolare è dedicata al mondo degli acquisti online: è sul web che si svolge, anche per noi adulti, una parte sempre crescente delle nostre attività di consumo. Le dinamiche sono diverse, online, rispetto a quelle di un acquisto in negozio, ed è proprio qui che dobbiamo stare ancora più attenti sia ad evitare le fregature, sia ai minori limiti psicologici che potremmo percepire al momento dell’acquisto.

Ventidue dritte per diventare più autonomi e consapevoli nella vita di tutti i giorni, senza demonizzare il consumo in sè. Un aspetto che, se vogliamo, manca a questa utile guida è un approfondimento sia sulle dinamiche di produzione dei beni che provengono da paesi con manodopera a basso costo, sia su tutto il discorso degli imballaggi. Potrebbero essere due argomenti – estremamente complessi, lo so – da esplorare in futuro in un altro volume, altrettanto brillante e puntuale rispetto ai tempi nei quali stiamo vivendo.

Faure, G., Barman, A. (2021). Consumi: la guida per NON farsi incantare. Il Barbagianni Editore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...