Melvina in viaggio nell’Aldiqua

Melvina - Rachele Aragno - Bao publishing

Lei è Melvina ed è la protagonista dello spuntino di lettura di oggi per il nostro #AutunnoFantastico.

Il personaggio nasce molti anni fa dalla penna dell’autrice, Rachele Aragno, che lo creò come suo alter ego da giovanissima. Nel 2019 esce Melvina, graphic novel edita da Bao publishing, primo volume di una trilogia. Un romanzo a fumetti che si presta ad essere letto anche da giovani lettori – ha sempre un peso relativo indicare una fascia di età, ma direi dalla fine della scuola primaria in poi.

Questo libro mi ha lasciato con sensazioni contrastanti, per cui ve le racconto e se, se vi va, mi potrete dire le vostre.

La struttura è quella del classico romanzo di formazione, che vede la protagonista affrontare prove che la aiuteranno a crescere e ad acquisire maggiore consapevolezza di sé.

Melvina è una ragazzina ai confini tra la fine dell’infanzia e l’inizio di tutto ciò che viene dopo. Potrebbe avere 11, massimo 12 anni. La incontriamo in un momento di frustrazione e di crisi, mentre ascolta i genitori discutere nell’altra stanza, probabilmente di un nuovo, imminente trasferimento per lavoro. Intuiamo che Melvina sta toccando un punto di saturazione rispetto al mondo degli adulti, dai quali si sente maneggiata come un pacco postale, senza spiragli di ascolto dei suoi bisogni e desideri. Inseguendo su per i tetti il suo gatto, che funge da Bianconiglio, si ritrova nel salotto di un vicino, la finestra come il portale verso un mondo altro. Qui incontra Otto, che sembra un vecchietto ma non lo è davvero, e una combriccola di animali antropomorfi in abiti ottocenteschi.

Subito la ragazzina scopre di non essere arrivata lì per caso,ma per destino: è la Prescelta destinata a fronteggiare il super cattivo Malcape, liberando dal loro giogo gli abitanti di una dimensione magica, l’Aldiqua.

Da qui, velocissimo si snoda un complesso percorso di scoperte e avventure nell’Aldiqua.

Aragno mette a fuoco un sentimento acuto e legittimo: la rabbia verso i grandi, percepiti come un blocco opaco e ottuso, sordo all’esperienza e alle emozioni di chi grande non è. E al contempo, il desiderio di rivalsa ed emancipazione: Melvina vorrebbe essere già grande per autodeterminarsi, decidere lei la propria strada. Il suo controcanto è rappresentato da Otto, che, invece, molto esplicitamente (a tratti sfiorando la didascalia) la avverte della necessità di attraversare quel fiume in piena che è l’adolescenza, di vivere il proprio tempo senza bruciare le tappe.

L’universo che prende vita tra queste pagine ha un suo fascino onirico e surreale e accoglie al suo interno tanti elementi classici sia della fiaba, sia della narrativa fantastica, come gli oggetti magici. Ma tocca anche l’immaginario della vita prima di nascere e dopo la morte.

Un punto di debolezza che trovo in quest’opera è il ritmo molto serrato, che – nella mia soggettiva esperienza di lettrice – ho percepito come un po’ travolgente. Personaggi ed elementi magici vengono introdotti, temi e relazioni importanti vengono accennati e poi travolti dal rapidissimo snodarsi dell’intreccio, con il risultato che alcuni passaggi narrativi sembrano poco fluidi, scollegati tra loro.

Nel complesso, rimango comunque curiosa di scoprire il dipanarsi della storia di Melvina – un personaggio amabile con un buon potenziale – nei prossimi capitoli, che vedranno, anticipa Aragno, la protagonista adolescente e poi adulta.

Aragno, R. (2019). Melvina. Bao publishing

1 Comment

  1. Condivido. C’è molta, troppa carne al fuoco… Belle idee che vengono però introdotte e concluse senza un adeguato sviluppo. Sinceramemte se non fosse sostenuto da un apparato grafico di alto livello, Rachele Ragno è un’illustrastrice molto brava e originale (seppure con non molta dimestichezza col fumetto come si nota nelle sequenze più dinamiche), il giudizio sarebbe meno positivo…
    Va comunque detto che è un’opera prima/esordio.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...