Anya e i suoi fantasmi

Anya è nel pieno di una fase di malessere ed insoddisfazione. Si sforza di nascondere le sue origini russe, si impegna ad omologarsi ai coetanei e si sente isolata. Finchè non arriva Emily, fantasma di una ragazza morta quasi cent’anni prima.

E alla fine arriva Skim

Skim fotografa i tre mesi iniziali di un anno scolastico, abbracciando con  uno sguardo  sensibile e sottilmente ironico, senza tracce di didascalismo, una serie di temi tosti, difficili, come il suicidio, la depressione, il bullismo,  le amicizie tossiche, la scoperta dell’amore e della sessualità.